A.F.D.S.
A.F.D.S.
News

55° FONDAZIONE DELL’A.F.D.S.

55° FONDAZIONE DELL’A.F.D.S.
Un normale ma caotico pomeriggio di shopping del sabato pomeriggio nel centro commerciale, si è trasformato in un pomeriggio di festa per i giovani delle sezioni studentesche dell’Associazione Friulana Donatori Sangue.
Infatti la rosseggiante fila di labari associativi appoggiati alle vetrine dei negozi dell’ingresso principale non ha avuto bisogno di molto tempo per attirare l’attenzione dei passanti che si fermavano incuriosirti. La presenza del Sindaco di Udine Honsell, dell’Assessore comunale Venanzi, di diversi uomini della protezione Civile e dei Vigili Urbani, oltre che di una sessantina di insegnanti, ragazzi, donatori, amici, hanno reso una bella immagine associativa in un altro degli eventi creati dal coordinatore provinciale delle sezioni studentesche Carlo Pavan, che ha voluto invitare tutti i giovani donatori a ricordare che quest’anno l’AFDS compie ben 55 anni.
Dopo una breve  sfilata nel parcheggio,seguita da decine di sguardi interessati, la manifestazione si è spostata nei pressi del monumento collocato in Via Giovanni Paolo II che ricorda la goccia, simbolo dell’associazione, proprio di fronte al  centro commerciale. Davanti al monumento hanno preso la parola il Sindaco di Udine Honsell, il rappresentante provinciale Giovani Afds De Monte e il consigliere provinciale afds Pavan.
Nel suo intervento il sindaco ha ricordato ancora una volta come la scuola , oltre che la famiglia, debbano saper formare i giovani  non solo dal punto di vista umanistico e scientifico,ma anche nell’insegnamento della solidarietà e dell’importanza di un semplice gesto come il dono del sangue, facendo presente come Udine e il Friuli in particolare , siano al vertice nazionale e anche mondiale per quanto riguarda la presenza di giovani donatori nei nostri centri trasfusionali. Parafrasando una canzone del Banco Mutuo Soccorso “E mi viene da pensare” dove“…la primavera è inesorabile” il coordinatore Giovani Afds De Monte ha ricordato ai ragazzi l’importanza di essere parte attiva per costruire un futuro migliore, diventando essi stessi la primavera, e invitandoli a continuare le donazioni anche dopo aver lasciato la scuola.
Nell’intervento conclusivo Pavan ha indicato come in questa occasione siano stati proprio i giovani a ricordare i 55 anni di una associazione che ha tanto bisogno di rinnovamento e di ragazzi che mettano il loro pensiero a disposizione di tutti, giovani e meno giovani. Per festeggiare altri 55 anni, non è necessario per forza mantenere le tradizioni, ma cercare di adeguarle ai tempi di oggi, che sono cambiati. I giovani stanno quotidianamente al passo coi tempi, adeguando i loro modi di fare e di pensare e soprattutto di agire. Con la presenza degli studenti in questa manifestazione si è voluto dimostrare come questi sanno rispettare il ricordo del passato, ma chiedono anche che il passato si aggiorni e si evolva al presente, per poter camminare insieme verso il  futuro.
Le sezioni studentesche dell’AFDS sono 17 e rappresentano tutte le scuole superiori di Udine e diversi Istituti della provincia. Nel 2012 i circa 3000 iscritti hanno donato per 2510 volte. Nel corso del 2013 al mese di agosto  le donazioni erano 1572 e , nonostante il naturale esodo verso le sezioni di città e di paese a libera scelta dei donatori che escono dalla scuola dopo il diploma, le previsioni grazie anche alla presenza della autoemoteca direttamente nelle scuole con i prelievi collettivi di sangue, dicono che anche per quest’anno si supererà sicuramente le 2000 donazioni. Con l’unico scopo di solidarietà e volontariato, un aiuto verso il prossimo che ne ha bisogno, missione che qualche  volta viene dimenticata da molti donatori.
Carlo Pavan
A.F.D.S. SEZIONI STUDENTESCHE
Udine

Perché registrarsi? Registrarsi è importante.
Serve ad intraprendere un percorso di Cuore e cioè donare, aiutare gli altri.
Iscriviti alla Newsletter
Per restare sempre informato su AFDS Udine inviando la tua iscrizione confermi di aver letto e confermato le condizioni generali della privacy